Il blog del corso di Progettazione Urbanistica

La riparazione della città diffusa

Tassignano – Capannori

Appena scesi alla stazione di Tessignano , la prima impressione è stata quella di essere arrivati in un luogo rimasto fermo nel tempo.   La maggior parte degli edifici sono situati lungo la strada e mostrano la loro originaria identità di case rurali con annesse vecchie stalle o fienili riattati e con uno spazio di pertinenza interno. Nello spostamento da Tessignano a Capannori (N.B. non più di cinque, dieci minuti a piedi) non potevamo non percepire il disagio dovuto alla mancanza di marciapiedi. Nelle città si cerca di evitare l’uso dell’ automobile anche per lunghi tratti, mentre è “consigliabile” per percorrere i pochi metri della strada provinciale Domenico Chelini. Siamo giunti nella piazza di Capannoli che si apre davanti la chiesa. E’ questa “la parte antica” del paese anche se lo stile della costruzione non permette una facile collocazione storica. Questo luogo che dovrebbe esser di aggregazione svolge poco la sua funzione probabilmente perché non ben collegata con l’area storica vicina. Forse si è pensato di ravvivare questo luogo con la costruzione della scuola elementare. A nord della chiesa si trova un parco che risulta quasi nascosto perché circondato dagli edifici. Appare con il suo anfiteatro ed il laghetto costruito, a mio giudizio, più per il rispetto di regole di estetica che di funzionalità, in quanto mancano zone d’ombra e quelle attrezzature che potrebbero renderlo funzionale e quindi più frequentato. Oltre il parco si avverte subito lo stacco dalla “zona moderna” con la sede del Comune costruito secondo un’architettura quasi futuristica. E’ netta la sensazione di trovarsi in una tipica “città diffusa” ove il luogo risulta frammentato, con edifici costruiti per rispondere più ad una speculazione edilizia che ad un progetto organico. Oggi un intervento di pianificazione e di riqualificazione non può azzerare quelle che sono le realtà e le identità del territorio, ma valorizzarle soprattutto rendendo più efficaci i collegamenti e creando dei centri di aggregazione attrezzati.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: