Il blog del corso di Progettazione Urbanistica

La riparazione della città diffusa

Borneo-Sporenburg,Amsterdam 1995-2000

Il progetto urbanistico effettuato nelle penisole di Borneo e Sporenburg ad Amsterdam è molto recente; come tutti sappiamo l’architettura da quelle parti dà molte più soddisfazioni, sia ad architetti emergenti (come ad esempio Adriaan Geuze) che ad architetti già affermati. Insomma quello di ‘speciale’ che ha questo paese sta proprio nella filosofia dell’olandese ‘medio’ il quale molto spesso si annoia del vecchio e gli piace vedere la sua città modernizzarsi,senza ovviamente perdere la sua identità (si potrebbe quasi dire che tutto ciò che noi stiamo studiando per la loro mentalità è scontato,è ovvio). Adriaan Geuze, insieme al suo team di architetti e specialisti di ogni ramo hanno riqualificato e riconvertito un’immensa area (36.000 mq) all’epoca portuale in una residenziale/commerciale. Le basi da cui sono partiti prendono spunto da un’approfondita analisi territoriale,che tocca tutti gli aspetti che potevano servire,(quindi il paesaggio,le tipologie edilizie vicine e quelle tradizionali olandesi,fino ad arrivare a chi abitava e chi andrà ad abitare in quell’area,ecc…); gli aspetti più rilevanti sono l’importanza dell’elemento ‘acqua’,organizzando quindi tutte le residenze con l’affaccio sull’acqua con prospetti per lo più vetrati, e le esigenze più intime che hanno le famiglie moderne rispetto al passato, quindi hanno privilegiato gli spazi privati a quelli pubblici ( questi ultimi lasciati al minimo indispensabile).Ma l’aspetto più peculiare di queste residenze deriva dall’imposizione che la municipalità aveva dettato: ‘alto numero di residenze,mantenendo però le altezze relativamente basse’; il che li ha portati ad introdurre una nuova tipologia edilizia residenziale: casa a schiera che si differenzia da quella tradizionale per la presenza di patii e di tetti-giardino. L’effetto che ne viene fuori sono dei prospetti incredibilmente variegati, con numerosissime tipologie di residenze che però sono perfettamente amalgamate nell’insieme.

                 

Per non rendere tutto troppo omogeneo West8 ha pensato di introdurre tre grandi blocchi a funzione commerciale che andassero ad interrompere questa fitta trama di residenze; anche per l’inserimento di questi tre ‘meteoriti’ hanno fatto una analisi approfondita,partendo dai grandi blocchi dell’isola vicina precedentemente realizzata (KSNM),orientandoli in direzioni ben precise dando questo effetto di ‘cadute dal cielo’. Il risultato nell’insieme è un “mare di case” che viene interrotto da tre grandi spazi pubblici,inoltre essendo due penisole hanno realizzato due ponti (Brother & Sister) dalle caratteristiche molto simili ma con forme molto diverse.

                   

Personalmente è stato molto interessante analizzare questo progetto,capire (a grandi linee ovviamente) i passaggi che hanno portato a questo risultato e spero di essere in grado di svolgere un’analisi di questo tipo anche per la nostra esperienza progettuale di Capannori.

Andrea Gambardella

Annunci

1 commento»

  Powerhouse Fitness discount code wrote @

i use ie for browsing the internet and it shows a notice for this internet
site right now!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: