Il blog del corso di Progettazione Urbanistica

La riparazione della città diffusa

Maniera di pensare l’urbanistica-Le Corbusier

“La tecnica ha ampliato i confini della poesia; non ha ostruito gli orizzonti, né ucciso lo spazio, né imprigionato i poeti. Con la precisione dei suoi strumenti d’indagine, essa ha dischiuso dinanzi a noi spazi fantastici, ha aperto al sogno i mondi stellari e la vertiginosa profondità della vita sulla Terra;  “

“Gli strumenti e le ricerche degli scienziati hanno dimostrato che certe rocce sono costruite dai resti di miliardi di esseri che abitarono un tempo i mari:esseri che furono splendenti di forme armoniose e che ora si addensano a milioni in ogni millimetro cubo di roccia…che frantumate o sollevate da incidenti geologici, hanno eretto scenari grandiosi, panorami “eterni”.

Con la pietra cavata da esse sono state costruite le case come i muri lungo le strade e tra i vigneti. Esiste un legame necessario…un nesso tra quello scenario, quei muri, quelle case, quei focolari, quegli uomini, quella tradizione, quel dovere…

Ed ecco che candidamente lo scienziato ci informa che, tutto considerato, quella roccia è nata, trecento milioni di anni fa, nelle profondità degli abissi marini, sotto diecimila metri d’acqua salata; quelle aspre montagne, quei severi profili che si stagliano contro il cielo non sono che dei fondali marini a cui sono capitate alcune disavventure.

La lezione da trarre non consiste nello stabilire un legame assoluto di necessità tra il destino di una roccia e quello di una casa, ma-lezione ben più eloquente-nel prender coscienza che le rocce di cui ammiriamo la bellezza sono un miracolo di composizione cellulare, veri palazzi microscopici di calcare cementato dalla silice;

che la natura è organizzazione nell’infinitamente grande come nell’infinitamente piccolo e che l’uomo si sentirà confortato e rassicurato quando con le sue opere si sarà messo in armonia con l’universo, con le leggi della natura nella quale tutto nasce, si sviluppa, muore e si rinnova senza fine “

“La tecnica non è antagonista dello spirito…”

Facendo alcune ricerche sulla storia del quartiere analizzato nell’esercitazione 1.5. ho sfogliato questo libro di Le Corbusier, in quanto Gratosoglio è stata fondata sull’ideologia razionalista della BBPR (gruppo di architetti che seguivano i temi del razionalismo italiano), e devo dire che la filosofia di questo movimento, così come la spiega Le Corbusier è molto affascinante, in quanto cerca quasi di risolvere un dilemma esistenziale(quando dice che l’uomo è più rassicurato se le sue opere si allineano alle leggi/ al ciclo naturale), anche se mi sento di dire che nel costruire delle scatole di prefabbricati tutte uguali o serie di torri di 50 metri non c’è nulla di naturale anzi si rischia di allungare il ciclo naturale(sostenibilità), è anche vero che con lo sviluppo in verticale con ampie aree verdi c’è meno cementificazione del terreno, ma la dimensione umana è comparata ad una tessera inserita in un puzzle macroscopico in cui non c’è catattere né esternazione della cultura.

Questa filosofia spoglia gli esseri umani della loro dignità, delle loro individuali storie e peculiarità, della loro identità. Anche se tutto ciò non cessa solo perché abitanti di palazzi squadrati, ma forse viene velato(esattamente come il velo su un volto).

Inoltre penso che l’uomo davanti alla natura resti sempre un essre subordinato, quindi mettersi allo stesso livello di essa per cercare di costruire “montagne” di prefabbricati mi sembra che sia proprio contro natura.

E’ anche vero che con il sempre più crescente numero di abitanti non è possibile pensare a città fatte da villette monofamiliari che si diffondono a macchia d’olio, che forse la soluzione stia nel compromesso?

Semhal Tsegaye

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: