Il blog del corso di Progettazione Urbanistica

La riparazione della città diffusa

Esercitazione 1.5

L’insediamento abitativo in Rue de Meaux, situato nel 19esimo distretto di Parigi, è stato realizzato da Renzo Piano e dai suoi collaboratori del Building Workshop dal 1987 al 1991. L’insediamento è  situato in una zona popolare a nord di Parigi ricca di servizi legati all’istruzione, in una strada già ricca di edifici residenziali, occupando una superficie totale di 31.100 mq dei quali 15.600 mq abitabili.


Renzo Piano si cimenta nella costruzione di edilizia popolare con il fine di realizzare un insediamento con alta qualità architettonica nonostante i limitati fondi, offrendo case ricche di luce, verde e decoro.

Il committente del progetto è la Municipalità di Parigi con l’obiettivo di realizzare un complesso abitativo a basso costo con 220 appartamenti.Il complesso si sviluppa lungo il perimetro di un giardino rettangolare alberato, i lati corti dell’edificio sono interrotti ciascuno da due tagli verticali, che dividono la facciata in 3 blocchi allungati di dimensioni proporzionate agli edifici circostanti. Questi tagli sono la via d’accesso verso l’interno e gli appartamenti si raggiungono dal giardino centrale.

Una sorta d’intervento di “ricucitura e completamento” caratterizzato da un’immagine urbana parigina sul fronte strada, con una facciata allineata e continua, con edificazione più consistente a ridosso dei muri di confine ai lati lunghi del lotto.

Il modulo-tipo prevede un soggiorno piuttosto grande orientato in direzione nord-sud, con un balcone da entrambi i lati e un ambiente notte. Ai piani più alti alcuni appartamenti si sviluppano su due piani, cosi come ai piani più bassi sono presenti monolocali soppalcati. Dal lato strada, i piani inferiori ospitano attività commerciali. Le unità abitative hanno un doppio affaccio, verso il giardino e verso la città. Il complesso abitativo è costituito da parcheggi sotterranei e da strade di accesso per i veicoli di servizio sotto le estremità dei blocchi più esterni.

Gli elementi che caratterizzano maggiormente il complesso sono:

  • La finitura, ovvero la cosiddetta “doppia pelle” di rivestimento, che caratterizza le facciate interne, è costituita da un pannello a vista quadrato staccato dal muro di 30 cm per garantire una buona ventilazione della parete. Il pannello si compone di una cornice in cemento rinforzato con fibra di vetro, all’interno della quale viene montato prima uno strato isolante, poi piastrelle di terracotta.  Dal lato strada i colori e il motivo della facciata sono gli stessi, ma non c’è più la doppia pelle; il rivestimento aderisce direttamente alla struttura primaria.

  •  Il movimento della strada e la calma dello spazio interno creano un piacevole contrasto per gli abitanti che, per uscire dal complesso, devono attraversare il giardino ricco di bassi arbusti e betulle bianche. Il verde delle betulle gioca con il grigio del GRC e con il colore rosso della terra cotta, contrasto cromatico che colora l’aria di riflessi. Un pezzo di natura in una tipologia urbana riconducibile a quella di una corte chiusa.
“La casa è un quieto rifugio e la corte è il salotto a cielo aperto che tutti i residenti condividono”
Renzo Piano
Alessia Cacciato
Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: