Il blog del corso di Progettazione Urbanistica

La riparazione della città diffusa

Il Quartiere di Gratosoglio, sviluppi dalla nascita nel 1962 al 2008

Gratosoglio è un quartiere di Milano, appartenente alla zona di decentramento all’estremo sud della città, al confine con il comune di Rozzano.

Inizialmente era un villaggio a vocazione agricola lungo il fiume Lambro meridionale. Oggi è un quartiere molto popolare, che sorge intorno ad un asse centrale costituito da via dei Missaglia(antica strada romana di collegamento Milano-Pavia).
Occupa una superficie di 422.000 mq ed ospita 9.838 abitanti.

Il quartiere è nato nei primi anni sessanta su iniziativa dell’IACPM (Istituto Autonomo Case Popolari di Milano), in collaborazione col Comune di Milano, in un periodo in cui vi era forte richiesta di alloggi popolari per la grande pressione migratoria dei lavoratori che dalle regioni del sud Italia venivano a lavorare nelle industrie del Nord.

Il piano quadriennale dal 1962 al 1965 prevedeva l’edificazione di 21.000 alloggi. Impiegando per la prima volta in modo massiccio le tecniche di costruzione con materiali prefabbricati, vennero realizzati 52 edifici in linea di 9 piani (di lunghezza variabile tra i 50 ed i 90 metri) disposti a 45 °(a lisca di pesce) rispetto a via dei Missaglia e, circa un decennio dopo(1972), 8 torri di 16 piani, alte 56 metri (le famose “Torri Bianche” progettate dallo studio di architettura BBPR).
Edifici ispirati dai precetti dell’erchitettura moderna (i Grand Ensemble francesi).
Il progetto è improntato su criteri di esasperato funzionalismo e la disposizione a lisca di pesce degli edifici all’interno dell’area è lambita e filtrata dalle aree verdi che risultano un elemento compositivo predominante all’interno del quartiere e contribuiscono a dare respiro agli edificati.

Inizialmente, fino agli anni ’70, il quartiere ebbe una vivace vitalità sociale grazie a iniziative di gruppi di famiglie che organizzavano momenti di aggregazione attiva, e alla chiesa posta al centro del quartiere, base per numerosi eventi culturali e sportivi e alle organizzazioni sindacali che diedero un solido appoggio nel superamento dei vari problemi del nuovo quartiere. Inoltre il quartiere si caratterizzò per la presenza di molti spazi verdi, molte strutture sportive ad uso pubblico e di strutture scolastiche sperimentali (con mense scolastiche, palestre, piscine e laboratori).

Con la crisi economica di metà anni ’70, con l’evoluzione anagrafica degli abitanti che portò la maggior parte di essi a frequentare maggiormente il centro di Milano, con l’esplosione del problema droga e malavita locale, si assistette al fallimento del modello razionalista, che non è in grado di dare valore agli spazi pubblici e l’iniziale vivibilità scomparve e trasformò, per molto tempo, Gratosoglio in un “quartiere dormitorio”, emarginato dal resto della città e con un tessuto sociale deteriorato nonostante tutte le promesse delle amministrazioni succedutesi negli ultimi 20 anni.

Nel 2004 la ALER commissionò a Cino Zucchi un progetto di riqualificazione del quartiere, prevedendo il risanamento del patrimonio edilizio esistente con particolare attenzione all’innovazione tecnologica, a risolvere le relazioni tra le varie componenti funzionali, e alla progettazione degli spazi aperti, atti a garantire la qualità complessiva dell’intervento.
L’intervento progettuale è caratterizzato da una modellazione che individua due elementi principali: la piazza e la residenza.

La sistemazione della piazza riunisce alcuni frammenti sparsi, oggetti di una storia passata ed elementi nuovi, inserendoli in un disegno unitario, ordinato e raccolto.
La piazza è abbracciata da un basso muro rivestito in cubetti di porfido che collega i corpi superstiti di una vecchia cascina, un mercato comunale e la fermata del tram. Il muro presenta delle aperture, vere e proprie porte di passaggio verso altri spazi della città, mentre una finestre, posizionata piuttosto in alto si apre verso la campagna, incorniciando il verde e il cielo.

L’ipotesi progettuale prevede la realizzazione di due edifici ad uso residenziale, una residenza per giovani coppie, ed una residenza per studenti. Dal punto di vista funzionale, l’aspetto progettuale innovativo consiste nel modo con cui sono concepiti gli spazi collettivi previsti nelle due residenze, è intenzionalmente pensato per strutturare momenti di aggregazione e favorire il superamento di segregazione in un processo di nuova concezione dell’abitare.

Dal 2007 all’interno del quartiere è attivo un teatro, il “Teatro Ringhiera”.
Nel quartiere sono presenti delle linee tranviarie e dal 2005 è più legato al resto della città grazie all’estensione della linea verde della metropolitana fino alla vicina piazza Abbiategrasso.

Nel 2008 il Laboratorio di Quartiere promosse una mostra per testimoniare il senso di appartenenza di chi abita il quartiere, in cui ciascun residente poteva contribuire con le proprie esperienze e fotografie o altri documenti. Sul tavolo del Laboratorio di Quartiere, sono arrivate valige piene di ricordi, pensieri carichi di immagini e racconti di famiglia, le fotografie più care, storie, emozioni, preoccupazioni e speranze. Infine gli stessi abitanti presentarono i loro punti di vista sul quartiere

L’idea progettuale fu promossa dal Laboratorio di Quartiere, condivisa con il Comune di Milano ed inserita negli obiettivi del Piano di Accompagnamento Sociale agli interventi del Contratto di Quartiere Gratosoglio.

Annunci

2 commenti»

  irga monica wrote @

ciao mi chiamo irga e sono orgogliosa di essere nata a gratosoglio

  nadia wrote @

qualche imprecisione sul numero degli abitanti e date..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: